I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Se continuate nella navigazione, accettate il nostro impiego di tale tecnologia. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

 home operations and strategy

Robot "Collaborativi": la sinergia uomo-macchina può creare nuovo valore

 

 

Guarda il video

In moltissime industrie manifatturiere la presenza di robot antropomorfi è diventata una scelta obbligata per migliorare la competitività riducendo i costi, ma anche aumentano la qualità della produzione e la sicurezza sul lavoro aprendo per le persone precedentemente svolgevano “manualmente” quelle funzioni l’opportunità di migliorare il posizionamento professionale seguendo percorsi di formazione mirata.
I “robot” stanno diventando quindi collaborativi, anche grazie alla visione artificiale, e la riduzione di scarti e del numero di infortuni sul lavoro (ma anche di malattie professionali legate allo spostamento non ergonomico di componenti pesanti) sono dati concreti e sempre più misurabili.

SDA fullsize

Le analisi più recenti sottolineano il valore strategico dell’automazione come “primo passo” verso Industry 4.0
Internet of Things, Industria 4.0, Fabbrica intelligente, Sistemi cyber-fisici: sono tutti elementi di una rivoluzione che modificherà inevitabilmente i tradizionali modelli produttivi dell’industria manifatturiera. E’ ormai “normale” pensare a fabbriche in cui tutte le macchine sono connesse in rete, dialogano tra loro, con i livelli più alti della gestione della produzione e con il magazzino.
Macchine che sono anche in grado di autodiagnosticarsi perché dialogano a loro volta con i propri componenti e di prevedere in anticipo la propria manutenzione. E soprattutto macchine in grado di adattarsi rapidamente a nuove esigenze della produzione, elementi essenziali di fabbriche veloci e flessibili. Lontane dalla fabbrica dell’industria tradizionale, caratterizzata da grandi lotti di produzione con poche varianti di prodotto.

Leggi tutto

ITALIA STARTUP HUB: online il nuovo portale

web start up

Puntare sull’innovazione e sulle nuove imprese, anche quelle che nascono da imprese esistenti. Una volta le chiamavamo Spin Off oggi Start Up, ma poco cambia.
Servono strumenti per favore il “passo in più” verso aziende innovative e il Ministero dello Sviluppo Economico ci prova con il programma Italia Startup Hub che introduce una notevole semplificazione per i cittadini non Ue che desiderano avviare una startup innovativa nel nostro Paese.
I livelli sono differenziati.
Italia Startup Visa si rivolge a chi si trova nel Paese d’origine e desidera ottenere un visto per lavoro autonomo startup per l’Italia, Italia Startup Hub mira a favorire nel nostro Paese la permanenza di coloro che già vi si trovano, ma per ragioni diverse dall’attività imprenditoriale.
Ad esempio, uno studente non Ue che sta ultimando il suo corso in Italia e desidera estendere la propria permanenza per avviare una startup innovativa, potrà ottenere, nel caso in cui la sua proposta di business venga valutata favorevolmente dal Comitato di esperti coordinato dal MISE, l’autorizzazione a convertire il suo permesso di soggiorno in uno nuovo per “lavoro autonomo in startup” in tempi brevissimi (non più di 20 giorni dalla richiesta) e senza dover tornare nel Paese d’origine per ottenere un nuovo visto d’ingresso. Una volta costituita, la sua impresa godrà delle agevolazioni previste dalla policy sulle startup.
Anche il sito di Italia Startup Visa (italiastartupvisa.mise.gov.it) ha ricevuto un corposo aggiornamento grafico. innovative.

Info line http://italiastartuphub.mise.gov.it

DICONO DI NOI: la case history Effer su TRC Economia e www.viaemilianet.it

 

La case history che abbiamo dedicato alla EFFER di Minerbio che ha avviato con la consulenza di Matteo Bonfiglioli un piano mirato al miglioramento continuo nell’area delle operations è entrata tra le news del portare di informazione economico- finanziaria www.viaemilianet.it e in tv nel telegiornale TRC ECONOMIA (visibile anche su Sky canale 827).

effer viaemilianet

L'ITALIA E' PIU' ATTRAENTE PER GLI INVESTITORI ESTERI

aibe index

L'Aibe Index, l'indice sintetico che misura l'attrattività del sistema-Italia realizzato dal Censis con l'Associazione Italiana delle Banche Estere, è passato da un valore di 33,2 registrato nel 2014 all'attuale 47,8 lungo una scala che va da un minimo pari a 0 a un massimo pari a 100, segnando così un incremento di oltre 14 punti. Per il 72% del panel - composto da manager di imprese multinazionali, investitori istituzionali presenti nel nostro Paese, studi legali che supportano le iniziative di investimento e membri qualificati della stampa estera - l'Italia è diventata più attrattiva rispetto ai sei mesi precedenti la rilevazione e solo il 3% ha percepito invece un peggioramento. Secondo la maggior parte degli interpellati questo miglioramento è merito delle riforme (85%) e dell'Expo (59%). Bocciati burocrazia e fisco, che continuano ad essere i peggiori freni al recupero di credibilità. Per il 49% scoraggiano anche i ritardi nella digitalizzazione.
L’attrattività dell’Italia è dovuta anche ad alcuni punti forti, di cui spesso ci dimentichiamo. Principalmente, la qualità delle risorse umane (giudicate con un punteggio di 8,11 lungo una scala da 1 a 10), seguono la solidità del sistema bancario (7,24), la stabilità politica (5,97), l’efficacia dell'azione di governo (5,95), la disponibilità di reti e infrastrutture logistiche (5,82), la flessibilità del mercato del lavoro (5,53).

Case history EFFER / i secondi 50 anni: "PUNTARE SEMPRE ALL'ECCELLENZA" Matteo Bonfiglioli spiega le linee guida per migliorare la competitività

La Effer di Minerbio celebra quest’anno il 50° dalla fondazione. Dalla prima, datata 1965, alle nuovissime soluzioni per la movimentazione molti scenari sono cambiati ma rimane un obiettivo: creare valore!
Effer sta sviluppando nel quartier generale di Bologna un progetto che punta a consolidare nuovi livelli di eccellenza operativa.
La ricerca della competitività è nel DNA dell’azienda che dal 2005 è parte del gruppo CTE di Rovereto che è specializzato nella produzione di piattaforme aeree e di elevatori.
Matteo Bonfiglioli, Consulente di direzione, ha maturato una lunga esperienza realizzando progetti Lean Thinking nei settori Automotive Beni Industriali, alimentare, Farmaceutico con oltre 100 casi di successo. E’ autore o co-autore di numerose pubblicazioni sui temi legati alla gestione d’impresa e delle risorse umane.
In questo video spiega insieme al Presidente della EFFER Lorenzo Cipriani le linee guida per migliorare la competitività.

Guarda il video

BIGtheme.net Joomla 3.3 Templates

logo operations and strategy